flag-itflag-en

News

13. maggio 2022
Fonte:

eSports, chiusura sale “Questione controversa che necessita di approfondimenti”

L 'Avv. Stefano Sbordoni, consulente del Comitato eSports del Coni, intervistato da Agimeg sulla recente chiusura di alcuni padiglioni eSport ed il sequestro di dispositivi come PC da gioco a seguito di denuncia presentata all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli da un operatore del settore, ribadendo anzitutto che il Comitato "porta avanti l'approvazione dell'attività sportiva degli eSport come disciplina sportiva e successivamente della Federazione all'interno del Comitato Olimpico e che quindi vedrà il sport per arrivare alle Olimpiadi”, ha  dichiarato di essere rimasto "abbastanza stupito" da tale provvedimento, poiché, a suo avviso, "c'è un grande malinteso di fondo, dettato dalla scarsa conoscenza del settore". "Quando ti avvicini a qualcosa di altamente tecnologico", ha proseguito il noto legale, "devi studiare e capire molto bene con cosa hai a che fare. Mi sembra confondere un'attività sportiva con un'attività di gioco d'azzardo con vincite in denaro essere abbastanza al limite. Ovviamente dovremo vedere le denunce dei sequestri, per verificare per verificare che non ci siano stati abusi da parte dei gestori del cinema." "Credo che anche chi ha denunciato queste attività - ha concluso l'Avv. Sbordoni- come un concorso per il possesso, dovrebbe indagare la questione. La normativa sugli eventi eSports, sedi comprese, su cui mi sono espresso più volte, anche pubblicamente, è infatti carente ma io r ribadisco che queste attività non hanno nulla a che vedere con il gioco d'azzardo”.

 

28. aprile 2022
Fonte: agimeg.it

Alleati per la legalità, anche Utis tra i coordinatori

Anche U.T.I.S./ Unione Totoricevitori Italiani Sportivi, di cui è segretario generale l'Avv. Stefano Sbordoni, entra a far parte del coordinamento di “Alleati per la Legalità", che raccoglie le realtà associative, le aziende ed i 16.000 lavoratori del Gioco Pubblico nel Lazio e che promuove il ‘Manifesto per la cultura del Gioco Legale’ e sostiene un settore come quello del gioco recentemente colpito dalla pandemia e da alcune scelte regionali alquanto discutibili. Nella nota del Coordinamento si legge che “L’ingresso di nuovi ed importanti Associazioni, la loro condivisione del ‘Manifesto’ e dei motivi che ci porteranno ad essere sotto la sede della Regione Lazio il prossimo 29 aprile, è un segnale importante per i lavoratori, le aziende, le realtà del settore" e che "solo lavorando insieme, potremo arrivare ai risultati che si aspetta tutto il settore del Gioco Pubblico”. 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza degli utenti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.Maggiori dettagli